Il vomito e la diarrea sono meccanismi indispensabili di difesa?

Quando l’organismo viene a contatto con una sostanza tossica o un veleno per via gastroenterica, fa la cosa più logica che possa fare: allontanarla nel più breve tempo possibile! Ma come? Proprio attraverso il vomito e la diarrea.

Nel caso del vomito, la via è estremamente diretta: ciò che è nello stomaco e che l’organismo ha percepito come tossico, viene espulso direttamente. Tuttavia, l’organismo è così sofisticato da essere in grado di vomitare anche quello che è già pervenuto nel  duodeno, prima parte dell’intestino: è in grado, infatti, di invertire il senso di marcia delle peristalsi (i movimenti che “spingono” verso l’uscita naturale il contenuto alimentare), riportando nello stomaco il tossico e permettendo al vomito di espellerlo. Quando il veleno è riuscito a spingersi in profondità nell’intestino, l’organismo fa un’altra cosa perfettamente logica e funzionale: aumenta la velocità delle peristalsi, allo scopo di espellerlo il prima possibile. In tal modo, il contenuto intestinale verrà fortunatamente assorbito solo in parte, arrivando semiliquido o liquido al retto, generando la diarrea. Molto meglio una disidratazione, spesso insignificante, che mantenere all’interno un tossico o un veleno.

Comments

comments

Visit Us On FacebookVisit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On Twitter