La medicina è una scienza?

Credo sia necessario ricordare che la medicina non è, e non sarà mai, una scienza esatta. La biologia, infatti, ci insegna che ciascuno è uguale solo a se stesso e che le reazioni individuali sono sempre diverse.

Proprio questo fatto impedisce e impedirà sempre alla medicina di diventare una scienza reale. Certo, la conoscenza ha compiuto e compirà sempre dei progressi, ed è sotto gli occhi di tutti come la terapia d’urgenza attuale sia in grado letteralmente di risuscitare persone destinate a morte certa non più di quindici o venti anni fa. Tuttavia, è importante segnalare che il principio dell’imprevedibilità esisterà sempre e che ogni terapia comporterà costantemente un rischio d’imprevisti anche mortali. Purtroppo, le rubriche di medicina dei quotidiani e di certe riviste, spesso condotte da giornalisti non laureati in medicina e inconsapevoli della realtà clinica quotidiana, diffondono il falso messaggio di una medicina sempre vincente, creando la convinzione nei pazienti che, quando qualcuno muore, persona o animale, la colpa sia del medico e della malasanità. Purtroppo, anche il medico si è, in genere, calato nella parte e si assiste a una specie di commedia delle parti: da un lato il paziente che è convinto che il medico debba sapere tutto e dall’altra il medico che fa finta di saperlo. Nella realtà, invito a diffidare dei medici e veterinari che hanno sempre la diagnosi pronta. La conoscenza e l’esperienza possono permettere di fare delle diagnosi anche immediate, ma ci sono e ci saranno sempre molte situazioni in cui addirittura è, e sarà impossibile, fare una diagnosi precisa, anche dopo decine di accertamenti. E’ facile “sparare” una diagnosi, ma è molto più difficile emetterla con serietà. Umanamente, il paziente si sente sicuro solo con chi dimostra sicurezza, ed è perfettamente comprensibile, ma la vera sicurezza è di chi dichiara di non averne a ogni occasione.

Comments

comments

Visit Us On FacebookVisit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On Twitter