L’alimentazione del cucciolo di chihuahua

Il chihuahua è indubbiamente un capolavoro ingegneristico: un cane che, da adulto, può arrivare a pesare meno di un chilo (ma lo standard attuale, correttamente impone un peso minimo di 1.5 kg, proprio per non creare mostriciattoli) e presentarsi armonico, elegante e anche equilibrato psicologicamente, costituisce un patrimonio da preservare. Una delle vie migliori per ottenere tale risultato è quella di fornirgli, fin da cucciolo, un’alimentazione adeguata.

Ma cosa significa “adeguata”? Purtroppo, l’inquinamento chimico e farmacologico di tutte le fonti alimentari, causa certa delle frequentissime allergie e intolleranze alimentari che colpiscono esseri umani e animali, rende il bilanciamento della dieta (inteso come giusto rapporto fra carboidrati, proteine, grassi, vitamine e sali minerali) meno importante della scelta delle materie prime da utilizzare. Infatti, solo la scelta di alimenti “puliti” (pesce di mare e carne non derivante dall’allevamento intensivo) e ben bilanciati in Omega3 e Omega6 è in grado di far sviluppare in modo armonico i cuccioli, evitando patologie da intolleranza alimentare e quelle crescite esagerate che portano i cuccioli, già a 6 mesi, ad avere un peso e una taglia da adulti.

La crescita squilibrata è la prima causa di patologie dell’apparato muscolo-scheletrico, influendo anche sulla gravità della displasia.

Comments

comments

Visit Us On FacebookVisit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On Twitter