Non forzare l’appetito

Lo sapevate che, quando il vostro piccolo amico non mangia perché non sta bene, la cosa migliore da fare è quella di non stimolarlo in alcun modo, perché l’organismo sa perfettamente cosa è necessario fare: sospendere tutte le operazioni di ricerca del cibo e conseguente digestione, che, ovviamente, lo impegnano in modo importante, per dedicarsi esclusivamente alla battaglia in corso con il nemico invasore.

Nulla è casuale, in natura, ed è sufficiente verificare cosa succede negli animali selvatici (che, appunto, se ne stanno rigorosamente a digiuno) per ricordarsi di applicarlo anche ai nostri cani e gatti e noi stessi. Diffidate di chiunque (mariti o mogli, suocere o mamme o nonni) spinga per costringere cani, gatti o bambini ad ingurgitare dei cibi a tutti i costi.

State certi che lo stare a digiuno è il male minore e preoccupatevi solo se dura troppo a lungo, sempre consapevoli che non bastano alcuni giorni di sospensione dell’alimentazione per compromettere la vita. Altrimenti, tutte le culture che lo applicano volontariamente sarebbero già scomparse!

Comments

comments

Visit Us On FacebookVisit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On Twitter